Coronavirus. Valeriani: “Regione e Ater illuminano con il tricolore le periferie di Roma”

Prosegue l’iniziativa della Regione Lazio e dell’Ater di Roma per illuminare le periferie della città con il Tricolore, simbolo di unità, di cordoglio per le vittime del Coronavirus, ma anche di fiducia verso il futuro.

Dopo la positiva esperienza di Corviale, l’Amministrazione regionale ha chiesto all’Ater di estendere l’iniziativa in altri luoghi simbolo della periferia di Roma, con l’obiettivo di manifestare i valori della comunità e della solidarietà durante l’emergenza da COVID-19.

Questa sera le luci del Tricolore torneranno ad illuminare per cinque giorni l’edificio di via Basadonna, a Primavalle, mentre dal 20 al 22 aprile sarà la volta del palazzo di via Conti a Vigne Nuove. I colori della bandiera nazionale illumineranno anche lo stabile di via Fabriano a San Basilio dal 23 al 26 aprile per raggiungere poi la periferia di Tor Sapienza e accendere con il Tricolore l’edificio di via Morandi dal 27 al 29 aprile.

Il programma proseguirà con l’illuminazione del palazzo di via Pea nel quartiere del Laurentino dal 30 aprile al 3 maggio, per concludersi infine con la sede Ater di lungotevere Tor di Nona, dove le luci del Tricolore saranno accese dal 4 al 6 maggio.

“Questa iniziativa ha raccolto molti apprezzamenti a Corviale e abbiamo voluto replicarla negli altri quadranti di Roma per testimoniare il senso di comunità e la voglia di riscatto delle periferie anche in questa complessa fase di emergenza sanitaria” dichiara Massimiliano Valeriani, assessore regionale alle Politiche abitative della Regione Lazio.