Quantcast

Covid, nuova sorveglianza e campagna comunicazione bambini 5-11 anni

Roma – Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e l’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, hanno presentato la nuova Dashboard per la Sorveglianza Covid-19 del Lazio realizzata in collaborazione tra Dipartimento di Epidemiologia (Dep) del Servizio Sanitario Regionale Asl Roma 1 e Servizio Regionale per la Sorveglianza delle Malattie Infettive (Seresmi) sulla base dei dati di Sorveglianza Covid-19 regionale/Iss.

Erano presenti anche Alberto Villani, direttore del Dipartimento di Emergenza, accettazione e pediatria generale dell’Ospedale Bambino Gesù, Marina Davoli, direttore del Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio, e Francesco Vairo, Seresmi-Servizio Regionale di Sorveglianza e controllo Malattie infettive dell’Istituto Spallanzani.

La piattaforma web è uno strumento di informazione sull’epidemia di Covid-19 nella regione Lazio che fornisce un quadro sintetico dei principali indicatori di impatto dell’epidemia (incidenza di nuovi casi, ricoveri ospedalieri, mortalità per Covid-19), variazioni temporali degli indici utili per descrivere la progressione epidemica e la variazione geografica per Asl e Distretti Sanitari del Lazio.

Presentata anche la nuova campagna di comunicazione sia video che social per la vaccinazione pediatrica nella fascia di età 5-11 anni realizzata in collaborazione con l’ospedale pediatrico Bambino Gesù.

La campagna dal titolo ‘E adesso sì che possiamo giocare liberamente’ prenderà il via il 13 dicembre con le prime prenotazioni sul portale regionale (https://prenotavaccino-covid.regione.lazio.it/main/home) e ha un logo disegnato da due bambini dell’Ospedale pediatrico, Chiara e Valerio. Sui canali social di ‘SaluteLazio’ è possibile trovare i contenuti della campagna con le Faq preparate dal Bambino Gesù in collaborazione con le società scientifiche di pediatria e alcuni video informativi realizzati da medici e pediatri.

Entrando nello specifico della nuova dashboard, invece, viene aggiornata ogni settimana (il venerdì) e i dati si riferiscono alla domenica precedente, contestualmente al report settimanale di monitoraggio nazionale elaborato dall’Iss. Lo strumento è suddiviso in 7 sezioni consultabili in modo interattivo selezionando la finestra temporale e l’area geografica di interesse:

ANDAMENTO EPIDEMICO – La Curva epidemica (dall’inizio dell’epidemia all’ultima data disponibile) consente di monitorare la progressione temporale dell’epidemia nel suo complesso e in specifiche finestre temporali. E’ utile per valutare variazioni della contagiosità, nuove fasi epidemiche anche associate alla circolazione di nuove varianti, l’impatto di interventi di prevenzione (esempio campagna vaccinale). La curva epidemica è costruita sulla data della prima positività/prima diagnosi relativa al singolo evento di infezione.

TAMPONI – I grafici e le tabelle descrivono l’andamento del tasso di tamponamento (tamponi antigenici + tamponi molecolari sul totale dei residenti), nel Lazio, totale e per età. Questo dato è un importante indicatore della capacità di testing ed un indicatore indiretto dell’andamento dell’epidemia e quindi di una maggiore pressione sui laboratori diagnostici, oltre ad essere influenzato dalle misure in atto dai programmi di screening, ad esempio nelle scuole.

TASSI DI INCIDENZA – I dati presentati in questa sezione dall’inizio dell’epidemia all’ultima data disponibile forniscono informazioni sull’impatto complessivo dell’epidemia. Viene presa in considerazione la data di prima positività/diagnosi relativa al singolo evento di infezione. Sono rappresentati in forma di grafici e tabelle i seguenti indicatori: tasso di incidenza (standardizzato per età) (numero di nuovi casi per 10,000 residenti) per settimana per classe di età, per settimana e provincia oppure per settimana e Asl.

RICOVERI OSPEDALIERI – I dati presentati in questa sezione dall’inizio dell’epidemia all’ultima data disponibile forniscono una informazione sull’impatto complessivo dell’epidemia in termini di ricoveri ospedalieri. Eventuali fasi di crescita vanno monitorate per limitare le conseguenze in termini di saturazione dei posti letto in terapia semi-intensiva e intensiva. I dati sono forniti dall’Area Rete Ospedaliera della Regione Lazio, piattaforma di monitoraggio rete Covid, compilata quotidianamente degli ospedali del Lazio. Sono rappresentati in forma di grafici e tabelle i seguenti indicatori: ricoveri giornalieri in regime ordinario e terapia semi-intensiva e ricoveri giornalieri in terapia intensiva.

MORTALITA’ COVID-19 – I dati presentati in questa sezione forniscono informazioni sull’impatto dell’epidemia in termini di mortalità per Covid-19. Si tratta di un indicatore dell’impatto sanitario dell’epidemia che è stato ridotto grazie alla campagna vaccinale, ma che è utile continuare a monitorare attentamente a seguito dell’introduzione di misure di contenimento della pandemia. Sono rappresentati in forma di grafici e tabelle i seguenti indicatori: tassi di mortalità per Covid-19 (numero di decessi per 100,000 residenti) per settimana e classe di età, oppure per settimana, classe di età e genere.

DIFFERENZE GEOGRAFICHE – Le mappe contenute in questa sezione consentono l’analisi per Distretti sanitari del Lazio delle differenze geografiche dell’incidenza e delle variazioni temporali per specifiche finestre temporali. Le mappe consentono di identificare aree della regione ad elevato tasso di incidenza su cui mirare eventuali interventi per ridurre la circolazione virale.

Sono rappresentati in forma di mappe i seguenti indicatori: tasso di incidenza cumulativa per Distretto Sanitario (standardizzato per età) per finestre temporali di 4 settimane. La mappa permette una visualizzazione dinamica per evidenziare i cambiamenti nell’incidenza cumulativa nelle ultime 4 settimane; tasso di incidenza cumulativa per Distretto Sanitario (standardizzato per età) riferita alle ultime 2 settimane e alle 2 settimane precedenti.

LE MAPPE DEL LAZIO – Le mappe riportano i tassi di incidenza cumulativa dal 1° settembre all’ultimo aggiornamento disponibile e consente di selezionare specifici aggregati spaziali (Comune, Distretto Sanitario del Lazio, Municipi e Zone urbanistiche del Comune di Roma). Le mappe consentono di identificare aree ad elevata incidenza su cui attivare specifici interventi per ridurre la circolazione virale. Viene infine riportata la mappa della prevalenza giornaliera (casi attivi per 10,000 residenti). La mappa permette una visualizzazione dinamica per evidenziare i cambiamenti della prevalenza di casi dall’inizio della pandemia all’ultimo aggiornamento disponibile. (Agenzia Dire)