Crisi ippica, pericolo mattatoi clandestini per i cavalli

Più informazioni su

    Per i cavalli la crisi dell’ippica italiana potrebbe voler dire entrare nei mattatoi clandestini e da qui nella catena alimentare dell’uomo. A lanciare l’allarme è l’Ente nazionale per la protezione animali, secondo cui «esiste il rischio concreto che allevatori e scuderie, invece di ricollocare i cavalli, possano essere tentati dall’idea di lucrare ulteriormente sulla pelle dei loro animali». La nostra normativa, «non autorizza n‚ la macellazione n‚ la commercializzazione della carne degli equini destinati o impiegati nelle competizioni sportive» spiega Ilaria Ferri, direttore scientifico dell’Enpa che prosegue: ®si tratta infatti di animali cui vengono somministrate sostanze farmacologiche estremamente dannose per l’uomo. Naturalmente il problema non si porrebbe se, come chiediamo da molto tempo, ai cavalli fosse riconosciuto lo status di animali d’affezione; l’unico che permetterebbe di tutelarli«. Al fine di garantire la tutela degli animali e della salute dei cittadini, nonch‚ il rispetto delle normative vigenti, l’Enpa sollecita gli organi preposti »a prevedere controlli straordinari per evitare l’eventuale verificarsi del fenomeno«.

    Più informazioni su