Quantcast

Da candidati sindaco lettera a Draghi: portare Expo a Roma

Roma – Un impegno congiunto di tutti i ‘maggiori’ candidati sindaci di Roma per candidare la Capitale a organizzare Expo 2030. Carlo Calenda, Roberto Gualtieri ed Enrico Michetti hanno sottoscritto oggi pomeriggio in Campidoglio, invitati dalla sindaca uscente e ricandidata Virginia Raggi, una lettera al presidente del Consiglio, Mario Draghi, affinché si impegni ad avanzare e sostenere la possibilità di portare a Roma l’evento, che si terrebbe 15 anni dopo l’ultima Esposizione universale organizzata in Italia, quella di Milano 2015.

“Oggi abbiamo sottoscritto congiuntamente una lettera in cui, in qualità di candidati sindaco, ci rivolgiamo al presidente Draghi affinché voglia avanzare la candidatura di Roma a Expo 2030.”

“È una grandissima opportunità non solo per la città ma per il Paese intero perché l’Expo è una manifestazione di livello mondiale e arriverebbe a 15 anni dall’ultima organizzata in Italia, quindi il tempo minimo sarebbe rispettato”, ha detto Raggi intervenendo dal palco allestito nella Sala della Protomoteca di Palazzo Senatorio.

Per la sindaca “può essere una grande occasione di rilancio insieme ai fondi del Recovery e al Giubileo del 2025, permettendo a Roma di avere davanti a sé 10 anni di grande investimenti per una grande e consistente opera di trasformazione urbana di cui Roma ha bisogno”.

In merito all’Expo in sé “abbiamo immaginato un evento all’interno della città puntando sui temi del presente e del futuro come rigenerazione urbana, smart city, sostenibilità e transizione ecologica. Vogliamo rappresentare da candidati la volontà comune che la città possa ospitare questo evento”.