De Micheli: 13 mld in otto anni per strade, autostrade e ferrovie

Roma – L’investimento complessivo del Governo per l’infrastrutture nel Lazio e’ pari a piu’ del doppio di quello finalizzato alle nove opere che saranno commissariate. “Per il Lazio il totale nei prossimi otto anni di risorse stanziate dal governo e’ di piu’ di 13 miliardi tra strade autostrade porti e ferrovie”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, nel corso della presentazione delle infrastrutture insieme al presidente della Regione, Nicola Zingaretti.

“Dietro queste scelte c’e’ un disegno, che riguarda la vita delle persone e rende piu’ attrattivi i territori per gli insediamenti produttivi, che e’ quello di garantire all’80% degli abitanti dell’Italia e del Lazio di vivere a meno di un’ora da una grande infrastruttura di mobilita’. L’80% dei laziali al termine del completamento del piano vivranno a meno di un’ora di una grande arteria- ha spiegato De Micheli- Il solo annuncio fatto con il presidente del Consiglio di alcune opere e di un modello nuovo per affrontare le infrastrutture nel nostro Paese ha determinato anche per il Lazio l’avvio di una serie di disponibilita’ di insediamento di alcune imprese. Questo ci conferma come migliorando la vita delle persone con le infrastrutture diventiamo piu’ attrattivi per gli insediamenti produttivi”.

Un disegno incentrato sull’intermodalita’: “Siccome le infrastrutture del Lazio sono collegate al ruolo che gioca Roma in Europa, nel nostro piano ‘Italia veloce Lazio’ c’e’ tutto il collegamento ferroviario con gli hub principali della regione. Questi progetti sono a differenti livelli di maturazione: piu’ maturo e’ quello sull’aeroporto, stiamo lavorando a quello sul porto”. E a proposito del porto di Civitavecchia: “Nel piano Italia veloce investiamo 400 milioni sul porto, su cui non ci sara’ un commissariamento, perche’ ha uno straordinario potenziale di sviluppo e di effetto leva sul territorio circostante”.

Sempre nel Lazio “c’e’ tutta una serie di investimenti importanti gia’ approvati dalla Conferenza Stato-Regioni. Abbiamo inviato alla Regione piu’ di 350 milioni per il rinnovo materiale rotabile piu’ di 350 milioni, 106 milioni per la rete viaria provinciale, 720 milioni per finanziare tutti i progetti di trasporto rapido di massa, la gran parte concentrati nella Capitale, e abbiamo finanziato la parte relativa alle reti ferroviarie regionali interconnesse alla rete per 114 milioni. I trasferimenti di queste risorse stanno avvenendo nelle casse degli enti locali perche’ siano immediatamente spendibili e determinino una effetto leva rapido sull’economia della regione”.

Ma il cuore della trasformazione del Lazio sta in particolare nelle nove grandi opere che saranno commissariate: “Il piccolo grande sogno che ho e’ mettere almeno qualche pietra visibile e tangibile sul percorso di opere che abbiamo immaginato di fare attraverso questo investimento- ha concluso De Micheli- Dipende dalla capacita’ del Governo e dei commissari e dalla nostra determinazione. Quando le istituzioni vogliono, raggiungono obiettivi che solo qualche anno fa sembravano impensabili”.