De Santis: insulti Calenda a Raggi rasentano misoginia

Più informazioni su

Roma – “Oggi Calenda torna a insultare Virginia Raggi, tanto per alimentare il suo noioso e ripetitivo spartito. Si tratta di un refrain che rasenta la misoginia e che neanche vale la pena commentare. Allo stesso tempo Calenda smentisce una sua ipotesi di candidatura a Sindaco di Roma. Ieri Sassoli, oggi lui, domani chissa’. Il campo del centrosinistra, largo o larghissimo che sia, e’ in preda a una devastante assenza di programmi, contenuti e candidati”. Cosi’ su Facebook l’assessore capitolino al Personale, Antonio De Santis.

“Ogni giorno qualcuno sembra voler abbandonare la barca che naviga nella tempesta, ogni giorno qualcuno si affretta a sfilarsi, mentre coloro che restano si attivano soltanto per contrapporsi a vicenda in un fuoco incrociato che rende il clima nel centrosinistra sempre piu’ incandescente- aggiunge- Auguriamo loro di trovare una squadra e un denominatore comune che non sia la sola avversione all’attuale Sindaca, almeno per iniziare a inquadrare la loro alternativa programmatica. Un’alternativa sempre sbandierata, ma mai sostanziatasi in nulla se non nella solita cantilena anti Raggi”.

Più informazioni su