De Vito: scuse M5S per non sospendere Ztl Centro sono imbarazzanti

Più informazioni su

Roma – “Trovo a dir poco imbarazzante, per non dire sconcertante, la motivazione con cui e’ stato richiesto il rinvio della trattazione di questa mozione urgente perche’ non si conoscevano i contenuti del Dpcm del Governo, che sono noti da giorni.”

“In questa maniera, direi con una scusa, si e’ evitato di votare un provvedimento assolutamente necessario e fondamentale per le imprese, le aziende e il commercio del Centro storico che ne hanno bisogno e che era assolutamente diverso per presupposti da quello di agosto, quando c’erano 200 contagi e una prospettiva di conclusione dell’emergenza al 15 ottobre”. Lo ha detto all’agenzia Dire il presidente dell’Assemblea capitolina, Marcello De Vito (M5S), dopo l’astensione di massa del Movimento Cinque Stelle in Aula che ha causato la bocciatura della mozione a sua firma per chiedere alla sindaca Virginia Raggi di valutare una nuova sospensione delle Ztl Centro storico, Trastevere e Tridente come gia’ fatto da inizio marzo a fine agosto.

“I contagi sono riesplosi, l’emergenza idem e si e’ andato di proroga in proroga dal 15 ottobre al 31 dicembre, poi dal 31 dicembre al 31 gennaio, cosi’ come i provvedimenti presi dal Governo per il contenimento del contagio, incluso quello di oggi che era noto da giorni- ha aggiunto De Vito- vanno verso un aggravamento e una condizione molto simile a quella pre-lockdown di marzo, in base alla quale la stessa sindaca aveva emesso, il 10 marzo 2020, l’ordinanza numero 50 con cui sospendeva le Ztl”.

Una condizione che per il presidente dell’Aula e’ “attualmente assolutamente similare e che avrebbe dovuto far considerare l’approvazione della mozione, che peraltro si risolveva in un semplice invito, una sollecitazione dell’Aula alla Giunta a valutare di emettere un nuovo provvedimento di sospensione delle Ztl. Dispiace perche’ sembra che si accampino scuse senza pensare all’interesse dei cittadini romani e in particolare delle imprese del Centro storicom che in questa fase stanno soffrendo”, ha concluso De Vito.

Più informazioni su