Quantcast

Dermatite atopica, al San Gallicano primo centro di studio e cura

Roma – E’ in programma sabato l’inaugurazione del primo Centro internazionale per lo studio e la cura della dermatite atopica presso l’Istituto dermatologico San Gallicano (Irccs). Sempre sabato 20 novembre è prevista poi una giornata di open day dedicata all’informazione e alla diagnosi, appuntamento che si ripeterà anche il 4 dicembre. Tutti i pazienti interessati potranno contattare il numero dedicato 0652662811, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 11:30 per prenotare una visita gratuita con uno specialista.

“Nel corso del 2021 l’Istituto dermatologico San Gallicano ha progettato e realizzato un percorso diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta) dedicato ai pazienti affetti da dermatite atopica di tutte le età.”

“In questo percorso protetto i pazienti vengono presi in carico e accompagnati durante tutto l’iter, dalla comunicazione della diagnosi, alla prescrizione di tutti i trattamenti, compresi i farmaci biologici attualmente disponibili, che hanno modificato completamente il decorso della malattia”, spiega Antonio Cristaudo, direttore della Uoc di dermatologia clinica dell’Istituto.

“Il primo Centro internazionale per lo studio e la cura della dermatite atopica verrà inaugurato con la collaborazione di numerosi specialisti di altre discipline che aiuteranno anche i pazienti provenienti da altri Paesi ad essere seguiti, indirizzando tutte le persone malate o a rischio di ammalarsi di dermatite atopica nel percorso diagnostico-terapeutico più appropriato”, sottolinea Aldo Morrone, direttore scientifico del San Gallicano.

“Quella dell’istituto San Gallicano è un’ iniziativa importante per ricordare ai cittadini il valore di rivolgersi a centri di eccellenza che si ditinguono per elevata competenza e ampia casistica, per avere risposte adeguate a patologie che impattano molto sulla qualità della vita”, sottolinea Marina Cerimele, direttore Generale.

La dermatite atopica è considerata una delle malattie infiammatorie croniche della cute più frequenti, si manifesta in particolare durante l’infanzia (il 75% dei casi si verifica entro i 6 mesi) e nel 60-70% si risolve nei primi anni dell’adolescenza.

Nel 30% dei casi, persiste o inizia direttamente in età adulta. La prevalenza della malattia è consistentemente aumentata nelle ultime decadi. Anche se ne soffrono oltre 250 milioni di persone in tutto il mondo, resta una delle patologie più sottostimate.

I dati epidemiologici più recenti rilevano una prevalenza di 4-5 volte più elevata durante questo secolo rispetto al secolo passato, in particolar modo in Europa ed in Africa, con tendenza a un continuo incremento.

Nelle forme moderate-gravi la dermatite atopica rappresenta una patologia che impatta fortemente sulla qualità della vita dei pazienti, provoca forti arrossamenti e desquamazione cutanea, inoltre genera un intenso e incoercibile prurito che rende impossibile il sonno e la vita di relazione. (Agenzia Dire)