RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Di Cola: Raggi riconosca emergenza dopo incendio Tmb Salario

Roma – “La sindaca di Roma riconosca che Roma e’ in emergenza rifiuti dopo l’incendio al Tmb Salario e firmi le conseguenti ordinanze contingibili e urgenti, come previsto dal testo unico per l’ambiente, per adottare quei provvedimenti in grado di risparmiare alla citta’ il rischio sanitario per l’immondizia in strada”. Il segretario della Fp Cgil di Roma e Lazio, Natale Di Cola, invoca un atto forte e inequivocabile da parte della prima cittadina della Capitale.

Dopo l’incendio al Tmb Salario, Ama sta ricevendo soccorso dagli impianti di trattamento del Lazio ma questo, secondo l’esponente della Cgil, non basterebbe a scongiurare un Natale all’insegna dell’immondizia in strada. “Intanto, serve almeno una stazione di trasferenza che sostuisca le mille tonnellate autorizzate dalla Regione nel Tmb Salario- ha spiegato- Ama ha un’autorizzazione per effettuare una trasferenza nei suoi stabilimenti di Ponte Malnome, il Campidoglio non si opponga a questo”.

“Ma, in realta’, per evitare ulteriori crisi legate a possibili fermi di uno dei tanti impianti di cui Roma si serve, di trasferenza ne servirebbe anche un’altra. E poi venga attivato il tritovagliatore di Ostia. Come e’ possibile pensare che l’equilibrio gia’ precario che c’era prima, usando il Tmb Salario e i viaggi in Austria, ora senza questi e senza provvedimenti straordinari non vada definitivamente in frantumi?”.