Dialogo, in Campidoglio visita di Prem Rawat, ambasciatore di pace

C_Papi 228727Si è svolta oggi in Campidoglio la visita di Prem Rawat, ambasciatore di pace. 58 anni, indiano, Rawat è riconosciuto per il suo ruolo nella sensibilizzazione al tema dell’amicizia tra i popoli e per l’impegno nella promozione dei diritti umani. Primo relatore e principale ispiratore della Dichiarazione di Bruxelles “Pledge to Peace”, è stato insignito, tra gli altri, del premio “Asia Pacific Brands Association’s Brand Laureate Lifetime Achievement”.

Rawat è stato accolto nella Sala delle Bandiere del Campidoglio dall’assessore alla Scuola con delega al Dialogo Interreligioso Paolo Masini. Nel corso dell’incontro, si è intrattenuto con i rappresentanti delle associazioni impegnate sui temi della pace, e ha presentato il programma di educazione alla pace (PEP) della Fondazione da lui presieduta, introdotto di recente anche a Roma nelle rete delle biblioteche comunali.

“Quando sono partito dall’India, molti anni fa, Roma è stata la mia prima tappa. Qui ho affrontato la prima sfida: comprendere in che modo un Paese dell’occidente avrebbe reagito al mio messaggio”, ha detto Rawat. “Sono onorato di poter tornare qui, e di poter parlare di pace. Questo termine – ha proseguito –  non ha lo stesso significato per tutti: per alcuni significa assenza di guerra, per altri è l’amicizia tra le nazioni. A me non interessa come la si chiami. La pace è un sentimento interiore, non un argomento di discussione”.

“Avere Prem Rawat in Campidoglio è per noi un onore” , ha affermato l’assessore Masini. “In questo momento in cui la serenità tra i popoli è messa fortemente in discussione dai fondamentalismi, è importante che dalla ‘casa di tutti i romani’ parta il messaggio di uno storico portatore di pace. Roma ha una tradizione e una vocazione di dialogo tra fedi e culture, e il Giubileo rappresenterà il momento più alto per dimostrare queste attitudini attraverso le tante iniziative ispirate alla conoscenza dell’altro che stiamo preparando”.

Al termine degli interventi, Rawat ha ricevuto dall’assessore il boccale d’argento di Roma Capitale, simbolo dello spirito di amicizia della città, e il calendario delle religioni, realizzato da Religions For Peace Italia e dall’assessorato a Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione.