RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Dipendenti Roma Metropolitane: preoccupati per situazione aziendale

Roma – L’assemblea dei lavoratori di Roma Metropolitane si e’ riunita “esprimendo una fortissima preoccupazione e la ferma denuncia della drammatica precipitazione della situazione aziendale, a rischio default. Secondo la versioni degli uffici capitolini mancherebbero anche le coperture dei costi aziendali del 2018. Nelle casse di Roma Metropolitane, ad oggi, non risulterebbe la copertura per gli stipendi di novembre e non sono ancora approvati i bilanci aziendali sin dall’anno di esercizio 2015”.

Eppure, continua la nota, “la societa’, interamente di proprieta’ di Roma Capitale, attende dal socio unico il versamento di notevoli somme relative a prestazioni effettuate; di tali pagamenti, richiesti dal precedente amministratore unico con decreto ingiuntivo, la sentenza di un giudice ha disposto l’immediata esecutivita’. L’Amministrazione comunale propone una transazione che vedrebbe l’azienda rinunciare, senza contropartite, a circa 5 milioni di euro. In assenza di un piano industriale di risanamento, pur annunciato dalla sindaca Raggi, la rinuncia avverrebbe in un contesto di grave esposizione dei lavoratori a drammatiche misure di contenimento dei costi, a loro esclusivo danno, senza che si possa ascrivere ai lavoratori stessi alcuna responsabilita’ nel merito della crisi aziendale. A questo si aggiunge che la societa’ attende, ormai da anni, di essere incaricata formalmente da Roma Capitale di attivita’ che pure essa svolge di fatto”.

Tra queste “si evidenziano- dice ancora il comunicato- gli urgentissimi e non piu’ procrastinabili interventi di ammodernamento delle linee metropolitane A e B – che comprendono anche l’adeguamento alla nuova normativa antincendio – e le importanti attivita’ progettuali relative ad alcuni interventi ritenuti prioritari dalla stessa Anmministrazione capitolina, quali ad esempio quelli del Pums”.