RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Domani convegno su importanza denuncia violenza e codice rosso

Più informazioni su

Roma – Domani pomeriggio, alle 17.30 alla Casa dell’Aviatore di viale dell’Universita’ 20, a Roma, si terra’ il convegno ‘La denuncia come strumento di tutela’, promosso dalle Associazione Donne al Centro e We are stronger. Se oggi l’introduzione del Codice Rosso nelle Questure e l’Istituzione del Codice Rosa al Pronto Soccorso, rappresentano uno strumento per incoraggiare le donne ad uscire dal silenzio e dalla solitudine per affrontare le violenze fisiche e psicologiche subite, i fatti di cronaca dimostrano che la denuncia non e’ sempre garanzia di tutela e di protezione immediata e in molti casi espone le vittime ad un pericolo maggiore, per se’ e per i loro figli. Recarsi al Pronto Soccorso e’ sicuramente il primo passo da fare- la vittima non e’ obbligata a dare il nominativo del persecutore- ma ha 90 giorni per denunciare, per affidarsi ad un legale, e far si che la denuncia sia efficace e non la esponga ad altri pericoli. Durante il convegno quindi, a partire da queste osservazioni delle associazioni, si affrontera’ il tema dello strumento della denuncia, cercando di capire quale sia l’iter burocratico, le conseguenze giuridiche e i tempi per eventuali azioni legali; si cerchera’ inoltre di chiarire quali siano le soluzioni immediate per proteggere le vittime e i loro figli da eventuali ritorsioni dei loro persecutori. Per concludere, si dara’ evidenza all’importanza della formazione degli Organi Giudiziari che ricevono la denuncia, da un punto di vista legale e psicologico. Modera l’incontro Sarah Maestri, conduttrice televisiva, invitati Valentina Grippo, consigliera della Regione Lazio, Cristiana Merli, presidente di Donne al Centro, Maria Monteleone, Magistrato Coordinatore del gruppo specializzato antiviolenza, Susanna Capitani, psichiatra, psicoterapeuta, criminologa, Francesca Lauria, Capitano dell’Arma dei Carabinieri, Ilenia Guerrieri, avvocato penalista, Olga Venosa presidente We Are Stronger e David Santodonato, presidente del Comitato di Roma per l’Unicef.

Più informazioni su