Quantcast

Donazione sangue, maglia nera al Lazio

Roma – “Il Lazio ha guadagnato l’ultimo posto in classifica con il numero di donatori di sangue più basso nella graduatoria delle regioni italiane. Da sempre il Lazio non è autosufficiente”.

Lo ha detto Gina Zini, direttore Uoc emotrasfusione e Banca del Cordone Unicatt, Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli Irccs – Roma, Università Cattolica del Sacro Cuore, in occasione della presentazione di ‘Magnifico Donare’, la campagna di sensibilizzazione promossa per il terzo anno consecutivo da United Onlus – Federazione Italiana delle thalassemie, emoglobinopatie rare e drepanocitosi, e AIPaSiM Onlus – Associazione Italiana pazienti con sindrome mielodisplastica, in collaborazione con Avis e con il supporto non condizionante di Celgene, ora parte di Bristol myers squibb.

Zini ha sottolineato che “nell’ultimo report del Centro nazionale sangue il Lazio è all’ultimo posto, con 23 donatori per 1.000 residenti. Tanto per dare un’idea, il Friuli Venezia Giulia è al primo posto con 40 donatori per 1.000 residenti”.

Nel corso del suo intervento, Zini ha tenuto a precisare che “il Lazio ha un problema enorme ma sicuramente non si può generalizzare, perchè ci sono zone autosufficienti e che supportano Roma, come il viterbese. Il problema è certamente la metropoli e campagne come questa sono assolutamente necessarie”.

Partita da Milano e Bari nell’autunno 2019, conclusa la lunga pausa dovuta alla fase di emergenza sanitaria da Covid-19 la campagna ‘Magnifico Donare’ è giunta in maniera virtuale nel Lazio dopo aver fatto tappa anche a Reggio Calabria, Cagliari e in Emilia-Romagna.

“Il calo maggiore delle donazioni di sangue- ha proseguito Zini- si registra tra i giovani tra i 18 e i 25 anni: in Italia abbiamo solo 200.000 donatori in questa fascia di età. Nel nostro paese l’età media dei donatori si sta alzando in maniera progressiva. Sono aumentati i donatori tra i 45 e i 60 anni, considerando che 65 anni è l’età massima per la donazione”.

“Nel nostro Servizio sanitario nazionale, il sangue è posto come un diritto assistenziale. A fronte di questo è assolutamente necessario incrementare la sensibilizzazione alla donazione a livello nazionale” ha concluso. Tutte le informazioni sulla campagna, le videoanimazioni e il videoclip di Magnifico Donare sono online su www.magnificodonare.it