RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Dopo 6 anni di chiusura riapre battenti Villa Massimo: taglio del nastro operato da Raggi foto

Roma – Giardini curati. Aree giochi per i bambini. Nuove panchine e diversi alberi appena piantati tra cui lecci, tigli, pini, sughere, cipressi e alberi di Giuda. Dopo sei anni di chiusura e’ stato riaperto, questa mattina, lo storico parco di Villa Massimo nel II Municipio, 7.200 metri quadri nel quartiere Nomentano.
Il taglio del nastro, avvenuto in un’atmosfera festosa grazie ai bambini delle scuole ‘Fratelli Bandiera’ e ‘Falcone e Borsellino’ nonostante la pioggia battente, e’ avvenuto alla presenza del sindaco di Roma, Virginia Raggi, della presidente del II Municipio, Francesca Del Bello, e di numerosi abitanti della zona.

Il parco e’ stato riaperto dopo aver superato una serie di vincoli amministrativi che ostacolavano l’apertura, anche se il chiosco della Villa resta ancora chiuso. Sono stati effettuati lavori di riqualificazione con la messa in sicurezza delle alberature e la piantumazione di decine di alberi. È stato inoltre ripristinato il sistema di irrigazione per l’innaffiamento sia del prato centrale che di quello laterale.

“Questa- ha detto Del Bello- e’ una giornata speciale per il quartiere Nomentano-Italia. Dopo 6 anni di chiusura per cause dovute a problemi amministrativi, ricorsi e irregolarita’ riapre questo spazio. È un momento gioioso per tutti noi. Utilizzeremo questo parco per tante iniziative per i bambini e gli anziani, pianteremo ancora altri alberi e metteremo nuovi giochi. Se necessario anche nuove panchine”.

“Tutti insieme, Istituzioni e comitati di quartiere, abbiamo lavorato per aprire questo parco- ha aggiunto Raggi- C’eravamo impegnati per riaprirlo e ci siamo riusciti con un lavoro di squadra”. Era presente anche il presidente della commissione Ambiente del Comune di Roma, Daniele Diaco, che ha ricordato come “saranno ben accetti anche gli amici a quattro zampe ma sempre con il guinzaglio”.