+Europa Roma: sì a tamponi in classe e lezioni fuori da ora di punta

Più informazioni su

Roma – Il Lazio torna in zona gialla e +Europa rilancia l’allarme sul modo disfunzionale in cui e’ stato organizzato il rientro a scuola. “Il Prefetto ha diviso gli alunni in due scaglioni orari: il primo sale sui mezzi all’ora di punta per andare a scuola e il secondo per tornare a casa”, denuncia in una nota Emanuele Pinelli, coordinatore del partito nella Capitale.

“L’ha fatto dopo una consultazione con Atac che aveva assicurato di avere i mezzi sufficienti. Ebbene, una settimana dopo la stessa Atac ha raccomandato ai romani di non prendere i mezzi all’ora di punta, ma per le scuole non e’ cambiato niente”.

La controproposta e’ semplice: “Spalmare le lezioni su sei giorni, per poche ore (tra le quattro e le cinque ore e mezza al giorno), in orari compresi tra le 9 e le 15.30. E fare ogni settimana i tamponi in pooling, quelli cioe’ che rilevano con un’unica analisi se in una classe almeno un alunno ha il Covid”, aggiunge.

“Ormai possono farli anche i farmacisti. E ci permetterebbero di monitorare in tempo reale quante classi non hanno nessun caso di Covid, dimostrando che sono la maggior parte ed evitando che la scuola paghi di nuovo l’eventuale risalita dei contagi”, conclude.

Più informazioni su