Europa Verde: Centrosinistra non si dilani su primarie, pensi a programma

Roma – “Non si parli di primarie soprattutto adesso. In emergenza verrebbero viste come un esercizio elitario di una poltica che non tiene nel debito conto la drammatica emergenza che il Paese e la citta’ di Roma stanno vivendo”. Cosi’ in una nota il portavoce di Europa Verde nel Lazio, Nando Bonessio.

“Questa coalizione- spiega- ha senso se individua un programma valido per Roma ed invece di dilianarsi sulle primarie trova una figura significativa capace di interpretarlo a livello comunale e altrettante figure nei Municipi”.

“Questa ipotesi di coalizione faccia vedere che adesso con tutte le forze politiche, gli istituzionali locali, i parlamentari romani, gli uomini di governo romani si ‘preoccupa di questa citta” e di chi sta pagando la crisi, ossia i lavoratori dei servizi di ristorazione, del turismo, della cultura e dei servizi sportivi”, continua.

“Presentiamoci agli a tutti gli elettori, compresi quelli del M5S, ma decidiamo i contenuti con impegni definiti. Sull’urbanistica e’ facile dire ‘consumo zero’ ma siamo d’accordo a votare una delibera di moratoria delle autorizzazioni edilizia siamo disposti a spostare lo Stadio della Roma in altro quadrante della citta’ e a liberare Tor di Valle?”.

E ancora: “Sui rifiuti e’ facile dire ‘siamo per l’economia circolare’ ma siamo disposti a votare una delibera che preveda la ricollocazione territoriale della discarica di Monte Carnevale? Siamo disposti a votare una delibera che istituisca la raccolta porta a porta in tutti i Municipi di Roma?”

“E’ facile dire di rivedere il controllo delle partecipate: ma siamo disposti a votare una delibera per ripubblicizzare l’acqua a Roma? Questa ipotetica coalizione- ha concluso Bonessio- e’ d’accordo a dichiarare per Roma l’emergenza climatica e in caso di vittoria elettorale a valutare per ogni azione di governo e/o delibera la ricaduta socio-ambientale?”.