Quantcast

Falotico: servono soluzioni per affrontare emergenza

Roma – “Continuare ad affrontare l’emergenza casa solo sul piano dell’ordine pubblico sposta i problemi ma non li risolve, allo stesso tempo prendiamo le distanze dai disordini e consideriamo controproducente ogni forma di violenza”. È quanto dichiara il segretario generale del Sicet Cisl, Nino Falotico, commentando le notizie che arrivano dalla periferia di Primavalle, a Roma, dove e’ in corso lo sgombero di un immobile occupato. “L’occupazione abusiva- continua Falotico- di immobili e’ la spia di un’emergenza abitativa che va affrontata con misure concrete per dare una casa a chi non ce l’ha. Procedere agli sgomberi senza aver prima predisposto un piano di sistemazione alternativa significa affrontare solo una parte del problema. L’occupazione di immobili abbandonati e in condizioni di degrado e’ molto spesso l’ultima chance per famiglie che per ragioni economiche non possono avere accesso a un’abitazione regolare. In un paese in cui nel solo 2018 sono stati eseguiti piu’ di 30 mila sfratti- continua Falotico- vanno ricercate soluzioni strutturali e non estemporanee campagne mediatiche. Per questo sollecitiamo da tempo il potenziamento del fondo di sostegno agli affitti per aiutare le famiglie a basso reddito a non cadere nella morosita’, il rilancio degli investimenti in edilizia sociale e nel miglioramento della qualita’ della vita delle periferie e una riforma della legge 431/98 che va adeguata ai tempi per rispondere ai nuovi bisogni abitativi della societa’ italiana”.