RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Fassina: inaccettabile che Raggi non sia in aula a dare risposte

Di seguito le parole del consigliere di Sinistra per Roma, deputato Leu, Stefano Fassina. "Sul progetto a Tor di Valle, le indagini della Procura aprono uno squarcio inquietante. Noi continuiamo a ritenere colpevole soltanto chi ha sentenza definitiva.

Fassina: indagini Procura aprono squarcio inquietante

Roma – Di seguito le parole del consigliere di Sinistra per Roma, deputato Leu, Stefano Fassina. “Sul progetto a Tor di Valle, le indagini della Procura aprono uno squarcio inquietante. Noi continuiamo a ritenere colpevole soltanto chi ha sentenza definitiva. Ma c’è, innanzitutto, un piano politico e istituzionale da considerare. Chi ha la responsabilità politica delle scelte fondamentali della città? Chi sceglie le figure chiave? L’avvocato Lanzalone è stato scelto dalla Sindaca o, come sembra abbia affermato, da altri? Il vice-Presidente del Consiglio afferma che l’attribuzione del Lanzalone della presidenza di Acea è stata un ‘premio’ per la consulenza offerta a titolo gratuito per la revisione del progetto su Tor di Valle”.

“La Sindaca Raggi conferma? Sono questi i criteri applicati dall’amministrazione Raggi per selezionare i vertici delle aziende partecipate? È grave. Inaccettabile che oggi la Sindaca non sia qui a dare risposte inequivocabili. Dobbiamo sospendere l’attività dell’Assemblea Capitolina fino a quando la Sindaca Raggi non verrà in aula Giulio Cesare a dare risposte chiare. Prima sulla titolarità delle responsabilità politiche delle scelte della Giunta e, poi, nel merito di un progetto che antepone, ancora una volta, interessi particolari all’interesse pubblico”.