Quantcast

Fdi: carcere fino a 8 anni per chi distrugge beni storico-artistici

Roma – “La proposta di legge che abbiamo presentato alla Camera dei Deputati, a prima firma Giorgia Meloni, per inasprire le pene e le sanzioni per chi deturpa, vandalizza o addirittura distrugge i nostri beni storico-artistici copre un vuoto normativo inaccettabile. Con l’approvazione della legge le pene, che oggi si limitano a poche migliaia di euro, arriveranno fino a 8 anni di reclusione e a 100.000 euro di sanzione per la distruzione, irreparabile, di un bene storico-artistico.”

“Dobbiamo difendere la bellezza d’Italia di cui siamo eredi, e custodi, e che e’ il motivo per cui milioni di turisti vengono a visitarci e su cui si basa il successo del Made in Italy nel mondo soprattutto oggi che in troppi ritengono che le statue, le opere d’arte, e i monumenti siano bersagli su cui sfogare l’odio, ricco d’ignoranza, che nutrono contro l’Italia e l’occidente.”

“È infine una soddisfazione vedere che una proposta di legge di questo livello, nata all’interno del Coordinamento Regionale del Lazio che ho l’onore di dirigere, sia diventata una proposta di tutto il partito”. Cosi’ in un comunicato Paolo Trancassini, capogruppo di Fratelli d’Italia in commissione Bilancio. Soddisfazione espressa anche dal Coordinatore Cultura del Lazio di FdI, Emanuele Merlino, che aggiunge: “Questa proposta di legge e’ il frutto del lavoro collettivo di intellettuali, scrittori, giornalisti che ho avuto la fortuna di rappresentare e che ha trovato in Giorgia Meloni, nel nostro coordinatore regionale e negli altri parlamentari di Fratelli d’Italia alla Camera entusiastica adesione. Una legge importante ma che e’ solo il primo passo di una battaglia culturale a favore della nostra storia”.