Quantcast

Fdi, De Priamo: Raggi utilizza nomi di attività del Comune per veicolare consensi elettorali

Roma – “Il Sindaco Raggi, sempre più presa dall’organizzazione delle sue liste elettorali e sempre meno presa dall’amministrazione della città, ha comunicato i nomi di alcune civiche che raccoglieranno i suoi sostenitori che, dopo 5 anni di pessima gestione di Roma, sono rimasti ormai in pochi ad affiancare la Sindaca e a non abbandonare le fila del Movimento 5 stelle”. Lo dichiara Andrea De Priamo, capogruppo di Fratelli d’Italia in Assemblea Capitolina.

“Quello che colpisce di più è certamente la lista Roma Decide, un nome che a ben guardare ricorda un po’ troppo l’iniziativa del 2019 di Roma Capitale sul bilancio partecipato, denominata appunto #RomaDecide.”

“Viene da chiedersi se Virginia Raggi sia a corto di fantasia o se, cosa più probabile, utilizzi nomi di attività del Comune di Roma e per anni veicolate attraverso il sito istituzionale di Roma Capitale per capitalizzare eventuali consensi maturati con una propaganda, non solo gratuita, ma – cosa ben più grave – realizzata con il denaro pubblico.”

“Dopo la festa di compleanno al Bristol Bernini e dopo i fuochi d’artificio poi annullati con la curiosa motivazione del mare mosso che contrasta con la reale situazione climatica che vedeva un mare tranquillo, l’appropriazione del logo di una campagna istituzionale da l’idea di Roma Capitale considerata come appannaggio privato e personale della Sindaca”.

“Facciamo l’invito alla Sindaca Raggi di farsi campagna elettorale senza appropriarsi di nomi di progetti e attività pubbliche istituzionali, realizzate con denaro pubblico e con il lavoro dei dipendenti di Roma Capitale. E le ricordiamo – conclude De Priamo – che la sua Giunta ha avuto 5 anni a disposizione per decidere, e troppo spesso lo ha fatto in modo sbagliato lasciando Roma sull’orlo di un baratro”.