Quantcast

Fdi, Figliomeni: concessione 40 mln ad Atac, necessaria inchiesta

Roma – “Quante volte la Giunta Raggi si è riempita la bocca affermando che grazie a lei vi è stata la ‘rinascita di Atac’, ma nella realtà invece che alla rinascita assistiamo ad un ‘continuo soccorso finanziario’ da parte dell’amministrazione grillina a spese dei romani, con ulteriori 40 milioni versati oltre a quelli già erogati lo scorso mese di febbraio.”

“Avremmo voluto una tale solerzia e vicinanza anche nei confronti delle altre aziende e pensiamo a Farmacap, che ancora vanta dei crediti nei confronti del dipartimento politiche sociali, o a Roma Metropolitane dove non gli vengono pagate le fatture perché, secondo i vertici grillini del Campidoglio, in questo caso sarebbe soccorso finanziario. Due pesi e due misure!”

“Riteniamo che l’azienda dei trasporti debba essere assolutamente salvata e soprattutto migliorata nei servizi da erogare ai cittadini e nelle tutele per i lavoratori ma, certamente, non come lo hanno fatto i cinque stelle.”

“Un’azienda dove il controllore è divenuto il controllato, rivestendo la carica di direttore generale, e dove l’amministratore unico di Atac è stato il relatore del master alla Luiss seguito dall’Assessore capitolino al bilancio che, per conto dei romani, gestisce ed eroga i fondi e, pertanto, riteniamo necessaria un’inchiesta sui retroscena che sono dietro alla concessione di questi altri 40 milioni ad Atac.”

“Una commistione tra interessi pubblici e privati che lascia inorriditi con l’aggiunta che la società ha conti disastrati, buchi nel bilancio e inefficienze nella gestione che si sono aggravate in questi cinque anni. Ecco la cura Raggi e, più che di rinascita, sarebbe più opportuno parlare di fallimento”. Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.