Fdi: su Piano Rifiuti grave forzatura per evitare confronto

Roma – “Il centrosinistra in Regione ha deciso in modo unilaterale di portare in aula il prossimo 28 luglio il Piano Rifiuti Regionale, con una forzatura che, in questa fase ed in questo periodo, e’ evidentemente diretta ad evitare una doverosa e approfondita discussione delle proposte delle opposizioni. Una operazione poco trasparente che segue alla decisione assunta negli scorsi giorni durante l’esame del piano in Commissione Rifiuti, di rinviare all’Aula il provvedimento evitando in questo modo di discutere le nostre proposte.”

“Come Fratelli d’Italia, infatti, in Commissione Rifiuti abbiamo presentato un numero contenuto di emendamenti, recependo le istanze provenienti dal territorio, dagli amministratori locali e delle realta’ associative, con uno spirito costruttivo volto a migliorare il Piano Rifiuti nell’interesse generale. A riprova di cio’ anche l’Assessore ai rifiuti Valeriani, in occasione della Conferenza dei Presidenti dei Gruppi Consiliari di oggi in cui si e’ consumata questa decisione arbitraria, ha avuto modo di precisare che molti degli emendamenti presentati da Fdi erano meritevoli di accoglimento.”

“Eppure la discussione e’ stata impedita, al punto che ora viene esercitata questa ulteriore e grave forzatura su un provvedimento strategico e fondamentale per il futuro del settore nel territorio regionale, atteso molti anni da cittadini ed operatori. È l’ulteriore riprova dell’arroganza con cui il Presidente Zingaretti, ormai in crisi di identita’, governa questa Regione. Un misero tentativo di cercare di impedire alle opposizioni di svolgere il proprio ruolo”. Cosi’ in una nota il Gruppo Consiliare di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio.