Fdi: va bene strategia unitaria, ma su test niente rallentamenti

Roma – “Ho avuto modo di leggere attentamente la dichiarazione rilasciata in queste ore dall’assessore D’Amato sulla necessita’ di una strategia nazionale in merito alla sperimentazione dei test sierologici. Condivido con lui soprattutto l’esigenza di marciare uniti nella stessa direzione. Allo stesso modo dico con franchezza che non possono esserci ulteriori rinvii sul piano operativo. Non vorrei ci fossero rallentamenti nella diffusione di questi test su ampio raggio.”

“La Regione Veneto in particolare, con grande senso di responsabilita’, ha deciso di effettuare gli screening su tutta la popolazione. Personalmente sposo in pieno la linea adottata dal governatore Luca Zaia che ha puntato su un’aggressione urgente del problema. Con procedure veloci in Veneto si e’ riusciti a individuare alcune zone focolaio realizzando un’istantanea su chi e’ necessario isolare.”

“Nel Lazio ad esempio la citta’ di Fondi ha accettato di buon grado le ulteriori misure restrittive applicate dalla Regione Lazio e nonostante non fosse stata dichiarata ‘zona rossa’ dal governo. Adesso pero’ riteniamo giunto il momento di focalizzare l’attenzione su questo centro e procedere con uno screening a tappeto sulla falsariga di quanto avviene in realta’ virtuose come il Veneto. Non e’ piu’ il momento di temporeggiare, bisogna agire subito per arginare con strumenti efficaci la diffusione del virus”. Lo dichiara in una nota il coordinatore regionale di Forza Italia, senatore Claudio Fazzone.