Fdi: vanno stabilizzati precari San Camillo, no assunzione interinali

Roma – “Esprimiamo decisa contrarieta’ in merito alla decisione della amministrazione del San Camillo di ricorrere alle agenzie interinali per fornire lavoro temporaneo a personale infermieristico e operatori socio-sanitari. Soluzione piu’ equa sarebbe quella di impiegare il personale in forza all’azienda, risorsa professionale gia’ formata e qualificata, oppure avvalersi dei precari di lunga data, stabilizzandone i contratti a termine. Siamo convinti che il ricorso al lavoro interinale oltre ad accrescere la precarizzazione, determini condizioni di discriminazione anche a danno degli assunti con tale modalita’.”

“Sottolineiamo inoltre che il contingente di dipendenti che e’ possibile assumere tramite agenzie interinali, secondo il Contratto Collettivo Nazionale, non sarebbe comunque sufficiente a colmare la carenza di personale, sia per le attuali esigenze del nosocomio, tantomeno in previsione di ampliamento e riapertura di unita’ operative. Crediamo che questo sistema di riorganizzazione del personale, oltre a danneggiare i lavoratori, non offra concrete garanzia di miglioramento in termini di qualita’ del servizio all’utenza”. Cosi’ in un comunicato Giancarlo Righini, consigliere regionale di Fratelli d’Italia alla Regione Lazio.