Quantcast

Ferri (Lega): “L’arroganza non paga, Raggi e Coia Commissariati dal governo sul commercio ambulante”

Approvato nella notte l’emendamento che “proroga” la validità delle concessioni ambulanti per i 90 giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.

“Il Sindaco di Roma e l’assessore al commercio di Roma Andrea Coia, sono stati di fatto commissariati  nella notte dal governo sulla questione degli ambulanti di Roma” lo dichiara in una nota il Consigliere del Municipio XIV della Lega Mauro Ferri, prossimo candidato al Consiglio Comunale.

“Dodicimila operatori che operano nel settore dell’ambulantato, rischiavano di perdere il proprio posto di lavoro a causa di una scelta scellerata da parte della giunta pentastellata di Roma. Disapplicare una norma nazionale, a seguito di un parere del garante dell’autority peraltro non vincolante, per pure questioni elettorali calpestando la vita delle persone, è inqualificabile!

“Gli ambulanti, ai quali va tutta la mia solidarietà, manifestavano per il ripristino della Legalità – continua Ferri –  vergognoso l’atteggiamento del Sindaco Raggi che in piena pandemia decide di disapplicare una legge dello stato per pura propaganda elettorale.  Il Sindaco di Roma chieda scusa a migliaia di famiglie di onesti lavoratori che hanno vissuto momenti drammatici”.

“L’angoscia perpetrata a danno di questa categoria, vessata in ogni modo merita un risarcimento quanto meno morale – conclude Ferri – ci aspettiamo le dimissioni del Sindaco Raggi e dell’Assessore Coia ormai sfiduciati dal governo” conclude la nota.