Quantcast

FI, Cavallari: chi seleziona dirigenti nuovo concorso Astral?

Roma – “Sul concorso dell’Astral, Azienda strade del Lazio Spa, continuano a mancare i pezzi. Nella commissione Trasparenza della Pisana, convocata lo scorso 9 luglio, l’audito amministratore unico, Antonio Mallamo, ha affermato che per la selezione di 3 direttori e di 12 dirigenti si sarebbe affidato ad un ateneo romano. Da allora non si è saputo più nulla, l’università non è stata resa nota e il bando di partecipazione è scaduto”. Così in un comunicato il consigliere regionale del Lazio, Enrico Cavallari (Forza Italia).

“Continuo a sollecitare chiarimenti su questo concorso che discrimina l’accesso di professionisti nel mondo pubblico per posizioni strategiche: i direttori, infatti, vengono scelti esclusivamente tra i dirigenti dipendenti di Astral Spa, nonché degli enti e delle società interamente partecipati dalla Regione Lazio”, spiega Cavallari.

“Peraltro l’attuale dotazione organica di Astral Spa conta già un numero eccessivo di dirigenti rispetto alle reali esigenze dell’azienda: la procedura concorsuale, così concepita, comporterebbe solo uno spreco di denaro pubblico, eventualmente meglio impiegabile per profili decisivi e funzionali alla mission aziendale, come tecnici operativi negli ambiti di progettazione, costruzione, gestione e vigilanza della rete viaria regionale.”

“In Consiglio regionale del Lazio ho già depositato una interrogazione, a risposta immediata, al presidente Nicola Zingaretti e all’assessore alla Mobilità, Mauro Alessandri, per conoscere quali azioni la Regione intenda intraprendere per razionalizzare la spesa pubblica, facendo leva sull’inserimento di figure chiave ed effettivamente necessarie agli obiettivi di Astral”, conclude Cavallari.