Quantcast

FI, Gasparri: primo giorno di scuola a Roma tra vecchi problemi e nuove incertezze

Roma – “Riaprono le scuole, restano i problemi vecchi e irrisolti. Nei vari quartieri di Roma, molti plessi necessitano di manutenzione e ristrutturazione. Problemi sollevati anche lo scorso anno, alla vigilia della ripresa delle lezioni, puntualmente irrisolti dalla Raggi.”

“Riprendere in condizioni di incertezza, collegate con la negligenza amministrativa, diventa ancor più colpevole se si pensa che siamo ancora in condizioni di emergenza, che il virus continua a circolare, che ai ragazzi va garantito il diritto allo studio e che gli alunni, il personale docente e Ata deve essere tutelato dai contagi.”

“Se il vaccino è una condizione importante in grado di arginare la diffusione dell’epidemia, il distanziamento sociale costituisce altro elemento necessario per consentire la continuità didattica in presenza.”

“E se a Roma, professori e famiglie denunciano l’esistenza di classi pollaio, quando esistono plessi lasciati alle ortiche che recuperati potrebbero restituire dignità e riqualificare aree; se nella capitale, il sistema dei trasporti non è preparato ad accogliere un volume di utenti, nel rispetto delle regole anti Covid, allora più di qualcosa non ha funzionato.”

“E trattandosi di scuola, educazione, formazione e sviluppo, chi amministra la città, di fronte a questo ennesimo fallimento, farebbe bene a tacere. La Raggi lasci in pace i ragazzi”, lo dichiara il Senatore Maurizio Gasparri, Commissario di Forza Italia per Roma Capitale. (Agenzia Dire)