Quantcast

FI, Gasparri: Stadio della Roma, Raggi non ha numeri ma dà numeri

Roma – “Ho letto con meraviglia quanto affermato dalla sindaca Raggi sullo stadio allorché ha affermato che sui tempi delle decisioni ‘bisogna chiedere al Presidente dell’aula. Una previsione? È inserita nell’ordine dei lavori, ma è il presidente dell’aula che la deve chiamare’, così si legge in note di agenzia.”

“Al riguardo ci risulta che la proposta è all’ordine dei lavori dalla seduta del 28.6.2021, già inserita dalla conferenza dei capigruppo del 25.6.2021 – è questo l’organo competente a definire l’ordine dei lavori ex art 22 regolamento del consiglio – presieduta dalla vicepresidente Seccia.”

“Da allora l’Assemblea nelle varie sedute tenutesi non riesce a provvedere, non solo su questa proposta, ma anche su tutte quelle che la precedono nell’ordine lavori -sempre definito per ogni seduta dalla Conferenza e poi convalidato dall’Aula ad inizio seduta, come previsto dal citato articolo 22 – per un semplice motivo: non ci sono i numeri e quindi la votazione di qualsiasi atto e spesso la stessa apertura dei lavori si traducono in un autentico stillicidio, come accade ormai da tempo.”

“Gli atti lo attestano. Il presidente può fare ben poco, salvo che la sindaca non pensi che abbia i poteri di moltiplicarle i consiglieri. La Raggi no ha numeri e…dà i numeri”. Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri commissario romano di Forza Italia.