RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

FI: no a stop trivelle dopo scossa Adriatico

Bologna – Forza Italia stoppa i 5 stelle, che dopo la scossa di lunedi’ notte a Ravenna hanno chiesto la sospensione delle concessioni per le trivelle nell’area adriatica. “Nel rispetto dell’ambiente lo sviluppo deve andare avanti: i pozzi sfruttati devono essere riempiti o con acqua o con carbonati”, affermano capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli ed il capogruppo di Forza Italia a Ravenna Alberto Ancarani.

“Ipotizzare di sospendere le concessioni per l’estrazione e lo stoccaggio degli idrocarburi sulla base di paure dettate da nessuna evidenza scientifica sarebbe sbagliato- continuano i due azzurri- noi sappiamo che la Romagna, cosi’ l’Emilia, e’ un territorio a rischio sismico, ma il principio di precauzione deve essere basato su dati reali”.

L’attivita’ estrattiva, secondo i forzisti, “segna un punto di sviluppo e di occupazione importante per il nostro territorio e ricordiamo che il referendum del 2016 per abrogare la norma che estende la durata delle concessioni per estrarre idrocarburi in zone di mare non ebbe successo. Senza calcolare che non e’ mai stato documentato che l’estrazione di idrocarburi possa provocare una sismicita’ indotta”.