Fiano: sinistra deve presenziare nelle periferie, prendere a cuore loro disagi

Roma – Emanuele Fiano, deputato del Pd, e’ intervenuto ai microfoni de ‘L’Italia s’e’ desta’ condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Universita’ Niccolo’ Cusano. Esponenti del Pd contestati a Torre Maura. “Un politico deve calcare il terreno con la suola per le sue scarpe anche prendendosi le critiche, non bastano le analisi sociologiche per capire la realta’- ha affermato Fiano- Morassut, che e’ stato assessore all’urbanistica della giunta Veltroni, mi ha raccontato che fino al 2008 a Torre Maura sono stati investiti 10 milioni per la riqualificazione del quartiere, quindi non e’ vero che le periferie sono state sempre abbandonate”.

“La sinistra nasce storicamente per riportare condizioni di uguaglianza, chi si sente di abitare in un’area della citta’ dove l’uguaglianza non c’e’ e’ evidente che manifesti il proprio disappunto ed e’ giusto che noi dobbiamo essere presenti dove questa disuguaglianza si crea -spiega Fiano-. La giunta Raggi, gestendo in quel modo la situazione a Torre Maura, ha fatto scoppiare un conflitto e qui gruppi come CasaPound e Forza Nuova ci lucrano. Noi dobbiamo essere presenti li’ prima che scoppi il conflitto, noi dobbiamo essere quelli che prendono a cuore il tema del disagio delle periferie”.

“Abbiamo iniziato a farlo perche’ nella scorsa legislatura abbiamo creato una commissione sulle periferie, il M5S in questa legislatura si e’ opposto alla ricomposizione di questa commissione -continua Fiano-. Raggi e Di Maio improvvisamente sono diventati antifascisti militanti. Il problema non e’ essere antifascisti a giorni alterni. L’amministrazione di Roma, pur facendo una cosa giusta nel voler superare i campi rom, dovrebbe agire in un raziocinio. Perche’ non si e’ pensato subito a ridurre quei gruppi anziche’ spostare 70 persone in un posto?”.