RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Figliomeni (FdI): no alla chiusura nido Infernetto

Più informazioni su

“L’approfondimento giuridico promesso dall’Assessore Baldassarre solo pochi giorni fa per scongiurare la chiusura del Nido Farmacap all’Infernetto pare che non ci sia stato o che comunque non abbia dato alcun esito visto che, nell’immediatezza dell’impegno, l’Amministrazione Capitolina ha risposto via e-mail ad una mamma “questo ente è una pubblica amministrazione, non un supermercato” e quindi parificando i bambini del nido a dei semplici prodotti di un centro commerciale”  lo dichiara in una nota Francesco Figliomeni, consigliere capitolino di Fratelli d’Italia..

Figliomeni (FdI): chiusura nido Infernetto, bambini parificati a prodotti supermercato, Raggi chieda scusa

“Ma non è tutto. Perché, dopo solo pochi giorni dall’emanazione della determinazione dirigenziale n. 2899 del 22.12.2016, i genitori dei bambini erano stati costretti ad accettare di far proseguire l’anno educativo – colpevolmente interrotto a metà per gravissimi errori commessi anche dall’amministrazione grillina – in altre strutture da scegliere nel territorio municipale.

Peccato che nei giorni scorsi tale scelta sia stata nuovamente modificata dall’Amministrazione gettando nello sconforto le famiglie già disorientate che si trovano costrette a dover iniziare un nuovo periodo di ambientamento con immaginabili disagi dal punto di vista psicologico, anche per i piccoli, oltre che di perdite economiche per i genitori costretti a perdere giorni di lavoro.

Figliomeni Francesco

Figliomeni Francesco

E come commentare poi, se non con l’approssimazione e la confusione totale, il fatto che si preferisce chiudere una eccellente struttura educativa, peraltro di proprietà comunale al 100% essendo della Farmacap, col rischio licenziamento per sei educatrici che hanno ricevuto encomi dalle famiglie. È proprio vero che al peggio non c’è mai fine! Chiediamo alla Sindaca Raggi di evitare questa vergogna o almeno di chiedere scusa per la pessima e contraddittoria gestione dell’intera vicenda e, nel contempo di adottare severi provvedimenti contro chi si è permesso di parificare i bambini del nido a dei prodotti di Supermercato” conclude la nota.

Più informazioni su