Quantcast

Fit Cisl: daspo su mezzi pubblici per persone violente

Roma – “Chiediamo per l’ennesima volta che le istituzioni ci diano veramente una mano ad evitare le aggressioni, perché onestamente ci sentiamo abbandonati, ma non soltanto negli ultimi periodi, da sempre”. Così il segretario regionale Mobilità della Fit Cisl Lazio, Roberto Ricci, intervistato dall’agenzia Dire in merito alle aggressioni che hanno coinvolto due autisti dell’Atac questa notte.

“Non può essere che un lavoratore che si alza alle 4 del mattino per fare il suo lavoro e per dare un beneficio alla popolazione per fare un trasporto pubblico locale venga aggredito e ha il timore di rientrare a casa dalla propria famiglia”, aggiunge Ricci.

“Chiediamo veramente l’ausilio del Prefetto e delle istituzioni che, a questo punto, devono scendere in campo. Fino ad arrivare a un divieto, un daspo sui mezzi di trasporto ad esempio, come si applica per gli stadi quando accadano delle aggressioni o degli atti vandalici”. (Agenzia Dire)