Quantcast

Fit Cisl Lazio: verso voto avviare riflessione su Atac e Ama

Più informazioni su

Roma – “In un momento drammatico come quello che sta attraversando tutto il Paese, e con esso la nostra Capitale e il Lazio, esprimiamo preoccupazione per l’andamento di due partecipate fondamentali per il territorio, Ama e Atac, che danno lavoro a migliaia e di migliaia di famiglie: alle misure emergenziali di cui si discute, tra cui la riduzione della capienza dei mezzi al 50% del Tpl, si aggiungono problematiche finanziarie e organizzative ormai strutturali per le due aziende.”

“L’avvicinarsi della scadenza elettorale per le amministrative a Roma deve necessariamente essere occasione ripensare e incidere su due temi fondamentali per la citta’, rifiuti e trasporti. Questioni importanti non soltanto sotto il profilo occupazionale, ma per quanto riguarda l’efficienza, il decoro, la vita stessa della citta’”. Cosi’ in un comunicato il Segretario Generale della Fit-Cisl del Lazio, Marino Masucci.

Masucci poi aggiunge: “Per quanto riguarda Ama, ci stiamo ormai avvicinando al quarto anno senza un bilancio approvato: a cio’ si aggiungono vicende finanziarie, giudiziare e organizzative, che, in assenza di una celere inversione di rotta, non lasciano ben sperare.”

“Atac si appresta alla ridefinizione di un piano industriale che le consenta di rispettare il concordato preventivo, alla luce della crisi da bigliettazione derivante dal Covid e dalle misure di contingentamento a bordo mezzi.”

“Non e’ possibile continuare a navigare a vista: il timone di due partecipate nevralgiche per il territorio, e delle migliaia di lavoratori che impiegano, deve essere tenuto adesso piu’ saldo che mai”.

Più informazioni su