Quantcast

flash mob Fdi: ‘maga’ Raggi, meno servizi ma Tari aumenta

Roma – ‘Roma sprofonda nell’immondizia, la Tari sale alle stelle’ e ‘Meno servizi, piu’ Tari: la magia e’ servita’, con tanto di fotomontaggio della sindaca Virginia Raggi che indossa un cappello da mago. Sono i cartelli esposti in aula Giulio Cesare dai consiglieri di Fratelli d’Italia e della lista civica Con Giorgia che hanno dato vita a un flash mob durante i lavori dell’Assemblea capitolina, dov’e’ in discussione la delibera di rideterminazione delle misure e delle aliquote Tari per il 2020.

“Stiamo contrastando in ogni modo da giorni con una dura opposizione in Aula la manovra di Raggi e di Lemmetti sulla Tari, perche’ invece di utilizzare gli sconti, peraltro limitati, dell’Autorita’ nazionale per diminuire la tariffa a cittadini e imprese, li utilizza per mere operazioni contabili e per coprire costi immotivatamente maggiori della produzione rifiuti che passa da 760 a 810 milioni nonostante il fermo del lockdown”, spiegano i consiglieri capitolini di Fdi, Andrea De Priamo, capogruppo, Francesco Figliomeni e Lavinia Mennuni, e di Con Giorgia, Rachele Mussolini.

Si tratta, sottolineano, di “un vero schiaffo ai cittadini nel quadro di un servizio inadeguato e di una totale assenza di programmazione e di rilancio della vocazione industriale di Ama. Abbiamo presentato proposte di attenzione maggiore alle catogorie piu’ colpite come scuole paritarie, librerie cinema e teatri e per imprese e famiglie in crisi senza purtroppo alcun esito. Niente da fare: con la maga Raggi i servizi peggiorano e la Tari aumenta”.