Quantcast

Gemelline siamesi separate al Bambin Gesù, la mamma: spero studino Medicina

Roma – “Non sono mai andata a scuola, ma mi auguro che le mie figlie abbiano la possibilita’ di studiare Medicina per poter salvare altri bambini nel mondo”. Lo ha detto Erminia, la mamma di Ervina e Prefina, le due gemelline siamesi provenienti da Bangui (Repubblica Centrafricana) unite per la testa e separate grazie a un intervento chirurgico condotto dall’ospedale pediatrico Bambino Gesu’ di Roma, i cui dettagli sono stati illustrati oggi nel corso di una conferenza stampa.

“Ringrazio la presidente Enoc che ha fatto su e giu’ dall’Africa, senza il suo aiuto non so che fine avrebbero fatto le mie figlie- ha proseguito Erminia- E ringrazio anche il professor Marras, che le ha ‘resuscitate’ come Gesu’. Ora mi piacerebbe che le mie bambine fossero battezzate da Papa Francesco”. Ha infine concluso la mamma delle gemelline: “Sono molto felice perche’ ora le mie bambine potranno correre e giocare come tutti gli altri bambini”.