Giannini: D’Amato deve lavorare anche a recupero mascherine mai arrivate

Roma – “A sentire Zingaretti e D’Amato parlare oggi di Sanita’, qualcuno potrebbe pensare che tutto va bene, che tutti i conti sono in ordine, che gli ospedali invece di essere stati chiusi sono stati aperti, che le liste di attesa sono state azzerate, che il personale medico e infermieristico, soprattutto quello che ancora oggi vive di precariato, sara’ implementato e non come al solito licenziato e che i posti letto aumenteranno magicamente.”

“Balle spaziali, le ennesime, a cui i cittadini di questa Regione sono abituati da quasi 8 anni e che quotidianamente continuano a vivere sulla propria pelle per colpa della mala sanita’ prodotta dal duo Zingaretti-D’Amato. Altro che piano di ammodernamento della sanita’ laziale da 110 milioni di euro dei prossimi mesi, anni, secoli… Da domani mattina il governatore Zingaretti e l’assessore D’Amato lavorino e anche in fretta per il recupero delle mascherine pagate e mai arrivate e di cui ancora non si hanno notizie”. Cosi’ in un comunicato Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega e membro della commissione Sanita’.