Giannini: dopo il nulla Raggi riparte da promesse funivia

Roma – “La ‘prospettiva’ di vedere i romani con le ciaspole salire su improbabili funivie mentre per cinque anni non siamo nemmeno riusciti a garantire il trasporto di una normale metropolitana per via delle numerose stazioni chiuse o per via degli autobus flambe’, sancisce in modo definitivo il tramonto, per manifeste bugie e prese per i fondelli, della giunta pentastellata alla guida del Campidoglio”. Lo afferma Daniele Giannini, consigliere della Lega alla Regione Lazio.

“Il progetto della funivia di Casalotti- aggiunge- fu una promessa elettorale della sindaca datata 5 anni fa. Oggi, a tre mesi dalle elezioni, dopo che per anni non se ne e’ piu’ parlato, rispolvera il progetto per meri interessi elettorali disegnando perfino improbabili stazioni sospese nell’aria.”

“Va bene che siamo a Carnevale e ogni scherzo vale! Ma a tutto c’e’ un limite! Roma e’ la peggior capitale europea per trasporti. Abbiamo linee metropolitane da terzo mondo e autobus che viaggiano con cerini incorporati. Consigliamo alla Raggi di iniziare a scendere in anticipo, magari a ‘spazzaneve’, dal Monte Capitolino”.