Quantcast

Giornata Sollievo, Asl Rm 1: nel 2020 valutati quasi quattromila pazienti

Più informazioni su

Roma – Appuntamento domenica 30 maggio con la XX edizione della “Giornata nazionale del Sollievo”, iniziativa promossa dal Ministero della Salute, dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e dalla Fondazione Nazionale “Gigi Ghirotti”, che nasce con l’obiettivo di promuovere la cultura del sollievo dalla sofferenza fisica e morale di chi sta per completare il proprio ciclo vitale, attraverso iniziative di formazione e sensibilizzazione.

Un lavoro prezioso, finalizzato a migliorare la qualità di vita dei pazienti affetti da patologie progressive e delle loro famiglie attraverso le cure palliative che includono: la prevenzione, identificazione precoce, valutazione e gestione di problemi fisici, psicologici, spirituali e/o sociali; il supporto degli utenti per aiutarli nel loro percorso con la condivisione degli obiettivi di cura anche grazie ad una comunicazione efficace.

Nel 2020 l’équipe di cure palliative della Asl Roma 1 ha effettuato la valutazione per l’accesso al percorso di oltre 3.900 persone, di queste il 72% affetto da patologia oncologica e, nei restanti casi, da patologie neurodegenerative in fase avanzata o insufficienze d’organo in fase end-stage.

In totale sono stati fatti oltre 1.200 colloqui sia con i pazienti che con i famigliari, con lo scopo di favorire un clima sereno e consapevole nel rispetto della dignità di tutti.

L’équipe opera nell’ambito della Centrale Operativa Aziendale per la continuità assistenziale (Coa), che si muove su cinque linee di attività: valuta l’accesso alle cure palliative e supporta, se necessario, l’attivazione di percorsi assistenziali alternativi; implementa l’attività consulenziale ospedaliera medico-infermieristica delle cure palliative; realizza percorsi formativi; promuove e sviluppa iniziative volte a diffondere la “cultura della palliazione” e infine si occupa di sviluppo dell’attività di ricerca clinica attraverso la partecipazione a progetti nazionali.

Dal 2017 la Asl Roma 1 ha istituto la Rete Locale delle Cure Palliative, di cui fanno parte strutture aziendali e privati accreditati, per l’erogazione delle stesse in regime residenziale e domiciliare. In occasione di questa giornata, la Rete Locale della Asl Roma 1 rinnova il suo impegno per garantire la promozione e la tutela di valori intangibili: la dignità umana e il sollievo dalla sofferenza. Così in un comunicato la Asl Roma 1.

Più informazioni su