Grancio: per protesta contro ritorno De Vito abbandono l’assemblea

Roma – “Ho deciso di uscire per protesta e astenermi dal partecipare ai lavori odierni dell’Assemblea contro la scelta della maggioranza di mantenere sullo scranno piu’ alto dell’Aula Giulio Cesare un consigliere sotto processo per gravi reati contro la pubblica amministrazione. Un presidente dell’Assemblea che potrebbe trovarsi, fra l’altro, a breve, a presiedere sedute che riguarderanno direttamente fatti per i quali e’ imputato. Nulla da dire, ovviamente, sulla presenza del consigliere De Vito in Aula, che si verifica in applicazione della legge Severino, ma nessuna legge impedisce all’Assemblea di scegliersi un altro Presidente. La piu’ importante istituzione di rappresentanza della citta’ aveva ed ha il diritto di fare altre scelte, scelte che continuero’ con fermezza a sostenere da capogruppo del Misto”. Cosi’ in un comunicato Cristina Grancio, capogruppo del Misto in Assemblea capitolina, comunicando, durante la seduta dell’Assemblea, la sua scelta di abbandonare i lavori per protesta contro il ritorno alla presidenza dell’aula di Marcello De Vito, non sostituito dalla maggioranza M5S nonostante il rinvio a giudizio nel procedimento sullo stadio della Roma.