RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Grancio: vogliono concludere prima che inizi il processo

Roma – Arriva il comunicato di Cristina Grancio, facente parte del Gruppo Misto, in merito alla questione Stadio della Roma a Tor di Valle.

“Sono con ogni evidenza irrisolti i gravi problemi urbanistici ed ambientali che hanno segnato fin dall’inizio la vicenda dello stadio di Tor di Valle, a cominciare dalla catastrofe dei trasporti e dal pesante impatto idrogeologico su un’area a rischio di esondazione del Tevere. La novità è che ai piani alti del Campidoglio ora hanno fretta, perché hanno capito che strappare un voto favorevole all’Assemblea capitolina con il processo in corso sarebbe ben più complicato. E il processo a Parnasi e De Vito avrà inizio il 3 dicembre prossimo.”

E’ il commento di Cristina Grancio, capogruppo del Misto in Assemblea capitolina e vicepresidente della Commissione Urbanistica, alle dichiarazione rilasciate oggi dall’Assessore Frongia in merito all’imminenza delle decisioni sulla stadio della Roma.

“Come se nulla fosse successo – prosegue la consigliera. Tecnici e politici di primo rilievo che hanno trattato l’iter dello stadio in Comune e alla Regione sono a processo per corruzione, ma nel nuovo corso di questo stupefacente M5S c’è anche che si può ignorare tutto questo, dopo aver cancellato, con un colpo di spugna, il programma elettorale con il quale si sono vinte le elezioni amministrative a Roma. Mi auguro che l’opposizione in Campidoglio non si faccia coinvolgere in questa preoccupante tendenza alla rimozione della realtà e che ascolti le voci delle associazioni e dei comitati civici che non hanno mai abbassato la guardia.”