Grassi: Su apertura Ztl Raggi sorda al grido dei commercianti

Più informazioni su

    Grassi: Su apertura Ztl Raggi sorda al grido dei commercianti –

    “Questa mattina abbiamo partecipato e sostenuto l’iniziativa di protesta organizzata da Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato Roma per la decisione inopportuna della Giunta Raggi di riattivare i varchi Ztl per l’accesso in centro, nonostante l’emergenza sanitaria e la crisi economica che ha visto centinaia di attività chiudere non solo nel centro della Capitale”. Ad affermarlo in una nota è Raimondo Grassi, presidente del movimento civico Roma Sceglie Roma, che ha partecipato personalmente all’iniziativa organizzata a via Tomacelli.

    “Riattivare la Ztl in questa situazione significa avere in odio i commercianti e i romani, confermando di non avere in alcun modo il polso della città. Come Roma Sceglie Roma – spiega Grassi – in questi mesi abbiamo sostenuto le attività commerciali mettendo a disposizione gratuita un gruppo di professionisti aderenti al nostro movimento civico, architetti, ingegneri e geometri, per favorire l’applicazione corretta delle direttive imposte dal Covid-19, necessarie per la riapertura delle proprie attività. Un segnale di vicinanza e solidarietà che la giunta grillina avrebbe dovuto prendere ad esempio e non essere insensibile alle emergenze economiche e sociali che si stanno moltiplicando per la crisi”.

    Quanto all’emergenza covid, conclude il presidente di Roma Sceglie Roma, “noi abbiamo proposto l’apertura della Ztl almeno un giorno alla settimana oltre il sabato e la domenica, un anno fiscale bianco per aziende, partite iva e per migliaia di famiglie schiacciate da rateizzazioni dovute a tasse e balzelli ormai insostenibili. Invece di buttare miliardi dei contribuenti per acquistare nuovi banchi inutili monoposto ci saremmo aspettati dal governo provvedimenti a sostegno di tutte le attività produttive e norme agevolative per un accesso al credito in tempi rapidi per salvaguardare milioni di posti di lavoro”.

    Lo comunica in una nota l’ufficio stampa di Roma Sceglie Roma.

    Più informazioni su