Guadagno: Casale Cervelletta, al via lavori per messa in sicurezza

Roma – “Sono iniziati i lavori per la messa in sicurezza del Casale della Cervelletta e dell’antica torre medievale”. Cosi’ in un comunicato la presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale, Eleonora Guadagno (M5S), che ha aggiunto: “Questo e’ il primo intervento che viene fatto per salvare questo bene che dal 2001, quando venne acquisito da Roma Capitale, e’ stato lasciato in uno stato di abbandono.”

“Abbiamo fortemente voluto e sollecitato l’apertura di questo cantiere, viste le condizioni della struttura che e’ gravemente lesionata e a rischio crollo. In Commissione Cultura abbiamo chiesto di valutare l’adozione della somma urgenza per la messa in sicurezza, proprio come poi e’ stato fatto, con uno stanziamento di 125 mila euro.”

“Ulteriori 212 mila euro sono stati invece vincolati per la progettazione relativa all’utilizzo del casale. L’iter amministrativo- spiega Guadagno- non si e’ mai interrotto, nonostante il periodo di lockdown e le difficolta’ tecniche di progettazione, che hanno comportato la necessita’ di effettuare diversi sopralluoghi e rilievi con drone, dovuti all’inaccessibilita’ dei livelli piu’ alti per motivi statici.”

“Per noi era importante avviare i lavori per evitare ulteriori danneggiamenti, inevitabili con l’avvicinarsi della stagione invernale. Tra i vari interventi sono previsti la cerchiatura della torre, il consolidamento delle aperture e delle finestre, l’impermeabilizzazione e messa in sicurezza della copertura della torre, la disinfestazione e pulizia della struttura da rifiuti vari e piante infestanti.”

“Inoltre, a partire dalla seduta della commissione Cultura di oggi abbiamo avviato un percorso condiviso con la cittadinanza e le associazioni per individuare insieme quali saranno gli utilizzi di questo spazio una volta reso sicuro e agibile, in modo tale da definire le linee guida per la destinazione d’uso. Per questo- conclude la consigliera capitolina- invitiamo tutti a partecipare alle sedute pubbliche che dedicheremo al Casale ed esprimere le proprie proposte”.