Guadagno: le nostre istituzioni culturali non si fermano

Romab- “Quello inferto dal Coronavirus e’ un colpo durissimo ma le istituzioni culturali capitoline stanno reagendo velocemente. Nella commissione Cultura che si e’ riunita ieri in modalita’ telematica, abbiamo ascoltato il resoconto sulla riorganizzazione in corso dalle parole della Sovrintendenza capitolina ai Beni culturali e dell’amministratore unico di Zetema, Remo Tagliacozzo. Roma Capitale gia’ disponeva di una piattaforma solida e organizzata per veicolare un’offerta virtuale che in questi giorni e’ stata potenziata, coordinata con tutte le fondazioni e istituzioni capitoline, e infine comunicata in maniera unitaria sotto l’hashtag ombrello #laculturaincasa”. Lo scrive su Facebook la presidente della commissione Cultura di Roma Capitale, Eleonora Guadagno (M5S).

“L’emergenza sta velocizzando la modernizzazione degli iter burocratici verso la digitalizzazione, come accaduto per esempio con le Scia e Osp. Possiamo quindi cogliere l’occasione- sottolinea Guadagno- per ripensare e migliorare i servizi a cittadini, soprattutto in vista del periodo di riapertura dei musei e dei siti archeologici. Per questa seconda fase sono allo studio varie soluzioni, come il prolungamento dell’orario di apertura al pubblico in modo da diluirne la presenza o anche la strutturazione di un sistema di prenotazioni per contingentare il numero di persone. Questo periodo di chiusura dovra’ anche essere sfruttato per stimolare attraverso i canali di comunicazione online la curiosita’ della domanda, che almeno per i primi tempi sara’ interna, di concittadini e italiani”.

“Stiamo dando impulso- prosegue la consigliera- affinche’ vengano fattivamente valorizzate con contenuti virtuali, e con l’aiuto dei Municipi, aree e siti poco conosciuti o del tutto ignorati dai romani stessi, in modo da creare un interesse diffuso su tutto il territorio e non solo focalizzato sui monumenti o le opere ben note in tutto il mondo”.

“Infine, voglio dare un breve excursus sull’offerta de #laculturaincasa. Per i principali musei erano e sono attivi di tour virtuali (Musei Capitolini, Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, Museo dell’Ara Pacis, Museo Napoleonico, Casino Nobile dei Musei di Villa Torlonia), che in pochi giorni hanno avuto un boom di accessi. Inoltre- spiega Guadagno- il Sistema Musei Civici di Roma Capitale ha aderito alla piattaforma www.google.com/artproject sviluppata dal Google Cultural Institute. Sono state poi trasferite online le conferenze pomeridiane ‘I martedi’ da Traiano’ accessibili a tutti dalla app Zoom, mentre gli archeologi e gli storici dell’arte capitolini accompagnano con percorsi guidati i visitatori attraverso canali social di Sovrintendenza. Anche gli astronomi fanno la loro parte con due web series, ‘Il cielo dal balcone’ e ‘Astri in comune’, interessanti dal punto di vista scientifico. Grande successo stanno avendo i giochi e le sfide virtuali organizzate da Technotown, con 400 partecipanti nell’ultimo appuntamento”.

“Sono poi stati sviluppati il contest fotografico #FinestresuRoma, in cui tutti i cittadini possono raccontare la citta’ da punto di vista inedito, e #GiocaconiCapitolini, nel quale l’abilita’ e’ quella di individuare le differenze tra due immagini all’apparenza uguali. Sono solo alcuni dei contenuti accessibili a tutti e aggiornati continuamente sui social e siti capitolini”, conclude la presidente della commissione capitolina Cultura.