Quantcast

Gualtieri: Io uomo da poteri forti? Parole bizzarre da Michetti

Roma – “Per Michetti io sarei l’uomo dei poteri forti? Mi sembra un’affermazione abbastanza bizzarra, mi sembra faccia il paio su quella uscita ieri in cui si vantava di non essere mai stato a Bruxelles…”. Lo ha detto il candidato sindaco del centrosinistra a Roma, Roberto Gualtieri, intervenendo a Studio24 su RaiNews24.

“Non so se per poteri forti intende l’Europa, ma io sono tra quelli che hanno contribuito a far sì che l’Europa aiutasse l’Italia, superasse le politiche di austerità, ci consentisse di fare i più grandi scostamenti di bilancio della storia dal Dopoguerra per sostenere imprese e famiglie con ristori e prestiti garantiti”, ha sottolineato Gualtieri.

“E questo è stato possibile anche con il sostegno dell’Europa, che ha sospeso il patto di stabilità e ha deciso di inaugurare una linea diversa improntata all’austerity della crisi precedente. E poi mi sono battuto insieme al Governo, con Conte, Amendola, Sassoli e la Commissione europea con il ruolo fondamentale di Gentiloni, per avere il più grande piano di aiuti economici dal Dopoguerra.”

“Se questi sono i poteri forti da cui bisogna prendere le distanze… E’ una grande forza comune, l’Europa che decide finalmente una politica di solidarietà e di aiuto concreto ai cittadini: bisogna continuare su questa strada, perché quella del nazionalismo e del sovranismo non va da nessuna parte”, ha concluso il candidato sindaco. (Agenzia Dire)