Quantcast

Gualtieri: patto con costruttori su diritti edificatori

Roma – Diritti edificatori riconveriti nella costruzione di asili nido, Case della Salute, Case della comunità, servizi di prossimità, infrastrutture sociali e opere di riqualificazione della città. Attorno a questi assi Roberto Gualtieri intende realizzare un patto con i costruttori romani che detengono diverse autorizzazioni a costruire ancora ferme e che di fatto stanno bloccando tante aree della città.

Il candidato del centrosinistra a sindaco della Capitale ha illustrato la sua idea nel corso di un’intervista all’agenzia Dire: “Ho proposto un grande patto con le forze sociali, produttive e territoriali per realizzare la più grande stagione di recupero urbano, riqualificazione della nostra città e di rafforzamento dei servizi e delle infrastrutture sociali, utilizzando anche gli strumenti della legge urbanistica regionale, le risore del Pnrr e il bonus del 110%.”

“Una riconversione dei diritti edificatori ‘appesi’ verso questo duplice obiettivo è il terreno su cui si può realizza un grande patto per lo sviluppo sostenibile e per la qualita della vita della città con tutte le forze sociali e produttive”.

Gualtieri ha ricordato che “entro il 2026 attraverso i fondi del Pnrr dobbiamo realizzare decine di asili nido, case della comunità, ospedali di prossimità, livelli assistenziali che insieme alla telemedicina dovranno costruire un’assistenza sanitaria inedita.”

“E ancora, impianti sportivi, rendere le nostre scuole piu moderne ed efficienti, centri per l’impiego e spazi di coworking. C’è un’enorme massa di patrimonio che va riqualificato e rigenerato in una visione nuova dello spazio urbano. Lavoriamo in questi cinque anni per questo obiettivo comune, possiamo cambiare il volto della città”.