Quantcast

Gualtieri: Raggi basta danni, no a fusione Roma Metropolitane

Roma – “I danni già fatti sono sufficienti e speriamo non se ne compiano altri a poche settimane che ci separano dal voto, ma per la capacità amministrativa dimostrata da questa Giunta dubito comunque che si realizzeranno scelte conclusive”. Lo ha detto il candidato sindaco del centrosinistra a Roma, Roberto Gualtieri, presentando le linee guida del suo programma sulla mobilità sostenibile in una conferenza stampa nel suo comitato elettorale a Portonaccio, commentando l’ipotesi di fusione di Roma Metropolitane con altre aziende partecipate ventilata dal Campidoglio di Virginia Raggi.

Anche perché l’idea di Gualtieri è totalmente differente: “noi realizzeremo la nostra proposta, un’agenzia per la mobilità di Roma Città metropolitana che assorbirà parte delle funzioni di Roma Servizi per la Mobilità e Astral per la pianificazione strategica, la programmazione e le gare, e poi Roma Infrastrutture Metropolitane per la progettazione che farà da stazione appaltante per le grandi opere e manutenzione straordinaria”.

Comunque sia, ha sottolineato il candidato, “riteniamo che non ci sia nulla di irreversibile in quello che avverrà nelle prossime settimane. Resta il nostro appello a ragionare, come fatto per il commissario delle tranvie. Se ci ascoltano, anche se sembrano più impegnati nella campagna elettorale, non siamo gelosi, anzi: siamo pronti ad applaudire”.