Quantcast

Italia Nostra: da anni rotture condutture idriche in quartiere Aurelio

Roma – “Quanto avviene all’Aurelio si produce anche in altri quartieri di Roma: Boccea, Balduina, Farnesina e in particolare in tutto il settore EST della citta’ anche in assenza di pioggia. Ma l’Aurelio rappresenta un caso eclatante per non vedere risolvere dall’ACEA quanto sta sopportando da anni e neanche potere conoscere le ragioni di quanto accade in particolare in zona di via Gregorio VII. Lunedi scorso, 15 settembre, a via Gregorio VII, numero civico 341, rottura di una conduttura con vasto allagamento con fuoriuscita dalla voragine di melma e detriti e con assenza di acqua potabile e blocco circolazione.”

“Il 1°giugno 2019 a via Gregorio VII al civico 295 identica situazione: rottura, voragine, fiume d’acqua ecc. Il 27 settembre 2017 per rottura conduttura si allaga piazza PIO XI e l’acqua scorre lungo via Gregorio VII e la parallela via Anastasio II allagando portoni e negozi, 10 settembre 2013 per un danno ad una condotta fuoriesce acqua che allaga il tratto tra Piazza Carpegna e Piazza PioXI.”

“Inoltre recentemente il 20 maggio 2020 a via Urbano II nel quadrante Aurelio-Boccea nel Municipio XIII, rottura conduttura e allagamento. Come e’ evidente se ACEA non si decide a risolvere questa situazione devono intervenire le Istituzioni che hanno l’obbligo di garantire la sicurezza ai cittadini e impedire i danni prodotti dagli allagamenti e dalla chiusura della viabilita’. Italia Nostra Roma lo chiede non solo per l’Aurelio ma in particolare per tutta la zona EST dove la presenza di numerose grandi cavita’ sotterranee pone ancora piu’ a rischio la sicurezza.”

“E’ stata gia’ gia’ inviata tale richiesta in data 13.08.2018, senza aver avuto nessuna risposta, al Presidente dell’ACEA, alla Sindaca, al Presidente dell’ISPRA e agli uffici comunali competenti chiedendo l’urgente intervento in merito all’esistenza di acque disperse nel sottosuolo, sia dagli impianti idrici di adduzione sia da quelli fognari, determinano nel terreno fenomeni progressivi di deterioramento, erosione e dilavamento, i quali possono originare nuove cavita’ nel sottosuolo o causare processi di crollo delle cavita’ sotterranee gia’ esistenti oltre a improvvise aperture di voragini in superficie”. Cosi’ in una nota Italia Nostra.