Italia Viva: Raggi bocciata senza appello da cittadini romani

Roma – “Nella citta’ con la Tari tra le piu’ alte in Italia, ormai tristemente famosa per cassonetti strapieni, cinghiali che scorrazzano nell’immondizia, tasso di raccolta differenziata in caduta libera, 7 cambi di vertice all’Ama e mancata approvazione dei relativi bilanci, i romani hanno bocciato senza appello e definitivamente l’Amministrazione Raggi con un voto medio per Municipio sulla qualita’ della vita a Roma e sui servizi pubblici locali che ha raggiunto il livello piu’ basso- pari a 2,7- proprio alla voce raccolta rifiuti (fonte Aspl 2019)”. Cosi’ in un comunicato i coordinatori di Italia Viva Roma, Marco Cappa e Eleonora De Santis.

“Un report che boccia il Campidoglio anche sulla pulizia stradale: cio’ nonostante, e’ di oggi la notizia che Ama esternalizzera’ l’attivita’ di diserbo stradale pur mantenendo invariata, anzi aumentando, le tariffe della Tari.”

“La stessa Ama che e’ stata anche oggetto di un servizio delle Iene su presunti furti di carburante: ove le accuse si rivelassero fondate sarebbero da prendersi seri provvedimenti.”

“Infine, come se non bastasse, si e’ deciso di uniformare verso il basso anche lo standard di raccolta dei rifiuti per le zone che finora erano riuscite a scamparla: lo smantellamento del porta a porta a Colli Aniene ha giustamente provocato lo sdegno e la protesta dei cittadini, per cui e’ nato un Comitato civico molto attivo.”

“Come Italia Viva sosteniamo la battaglia di civilta’ del comitato per il tramite dei nostri coordinatori municipali Simonetta Piezzo e Giancarlo Cosenza che hanno scritto ad Ama per avere un riscontro ufficiale circa le motivazioni di questa scelta.”

“La bocciatura conclamata dei romani e soprattutto di cittadini di quadranti come Colli Aniene sara’ confermata nelle urne per la Raggi e i 5Stelle che hanno fallito nella quotidiana gestione dell’ordinario”.