Quantcast

IV, Casini-Leoncini: basta doppio gioco Pd su Grab Villa Ada

Roma – “Desta preoccupazione e stupore la recente dichiarazione dell’Assessore Patané, secondo il quale ‘il passaggio del Grab nelle ville storiche ne accresce il valore e la fruizione’.”

“Oggi abbiamo presentato un’interrogazione in merito alla possibilità di modificare il percorso del G.R.A.B. e sulle iniziative che l’Assessorato intende intraprendere, anche in considerazione dei pareri espressi dagli Organi competenti e di un Ordine del Giorno presentato e votato dal Pd stesso in Aula Giulio Cesare”. Così in una nota Valerio Casini e Francesca Leoncini, consiglieri capitolini di Italia Viva.

“Il consiglio del II Municipio si é espresso contrariamente al passaggio del Grab dentro Villa Ada. Italia Viva ha mantenuto una posizione di netta contrarietá, sia nel consiglio di via Dire Daua che al Comune con Casini e Leoncini”, continua Marco Dolfi, Consigliere del II Municipio.

“Nonostante questo, prosegue il doppio gioco del Pd, che in Municipio assume una posizione e al Comune la ritratta, rilanciando sul Grab dentro Villa Ada. Dobbiamo tutelare la storicità della Villa, attenendoci ai vincoli esistenti, motivo per il quale ribadiamo la nostra ferma contrarietà al passaggio del Grande Raccordo Anulare delle Biciclette all’interno di Villa Ada.”

“Auspichiamo che il Pd assuma una posizione univoca, abbandonando la logica ambigua delle due posizioni nel tentativo di acquisire consenso a discapito del patrimonio storico, culturale e paesaggistico della nostra cittá”, concludono i Consiglieri di Italia Viva. (Agenzia Dire)