RomaDailyNews - Il sito di informazione di Roma

Labbucci-Colletta: alle 17 davanti a targa per contrastare chi vuol tornare a dittatura

Roma – “Quando un ministro degli interni tratta la differenza tra democrazia e dittatura come se fosse un derby calcistico, succede che esaltati imbevuti di idee infami e criminali si ripresentino, senza che nessuno li contrasti. Riteniamo grave che nella notte qualcuno abbia incendiato la corona di fiori posta il 25 aprile sulla lapide di via Scarpanto. Oggi pomeriggio saremo alle 17 davanti alla targa, che ricorda i martiri di Val Melaina uccisi dai nazi-fascisti, per posizionare nuovamente la corona di fiori”.

“Saremo in tanti perche’ e’ questa la migliore risposta ad atti di questo genere e a chi vuole tornare a vivere in una dittatura che ha sterminato milioni di persone mandando gli italiani nei campi di concentramento. Preoccupa pero’ l’ondata di episodi avvenuti in tutta Italia nel giorno della Liberazione -spiega il comunicato-. Se il ministro Salvini non crede nei valori della Costituzione su cui ha giurato o non e’ in grado di arginare questi delinquenti fascisti farebbe meglio a dimettersi”. Cosi’ in un comunicato i coordinatori dell’Area metropolitana di Roma e del Municipio III di Sinistra Italiana, Adriano Labbucci e Gianluca Colletta.